CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità

Salta ai contenuti
CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità
 
Sei in: Home Sostenibilità in primo piano Normativa > Nuovo Decreto legislativo 12 gennaio 2016, n. 6

> Nuovo Decreto legislativo 12 gennaio 2016, n. 6

Dal 2 febbraio 2016, entra progressivamente in vigore il DECRETO LEGISLATIVO 12/1/2016, n. 6 “Recepimento della direttiva 2014/40/UE sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati e che abroga la direttiva 2001/37/CE”.

Le nuove regole sul fumo puntano alla dissuasione e alla tutela in particolare dei più giovani sia attraverso disposizioni che riguardano la lavorazione, presentazione e vendita delle sigarette sia attraverso divieti nei comportamenti dei singoli.

In particolare sarà vietato fumare nelle auto, in sosta o in movimento, in presenza di minori e di donne in stato di gravidanza, ma anche all’aperto nelle pertinenze delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione nonché nelle pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS pediatrici e nelle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS.

Sempre a partire dal 2 febbraio i fumatori dovranno prestare attenzione anche ai mozziconi: gettarli non sarà più un gesto riprovevole ma vietato. Il Ddl Green Economy (legge 28 del 12/2015 n. 221) nell’art. 40 sui “Rifiuti prodotti da fumo e rifiuti di piccolissime dimensioni” stabilisce infatti che “E’ vietato l’abbandono di mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi”.

Il decreto legislativo 6/2016 sancisce inoltre:

  • Divieto di fare pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina che sia trasmessa all’interno di programmi radiotelevisivi rivolti ai minori e nei quindici minuti precedenti e successivi alla trasmissione degli stessi nella fascia oraria dalle 16 alle 19; è vietata altresì la pubblicità che attribuisca efficacia o indicazioni terapeutiche che non siano espressamente riconosciute dal Ministero della salute e che rappresenti minori di anni diciotto intenti all’utilizzo di sigarette elettroniche.
  • Vietata in qualsiasi forma la pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina anche sulla stampa quotidiana e periodica destinata ai minori; nelle sale cinematografiche in occasione della proiezione di film destinati prevalentemente alla visione da parte dei minori. (Con sanzioni da 5mila a 25mila euro)
  • Sarà obbligatorio riportare sul 65% della confezione immagini a colori e frasi che fungano da avvertenze e deterrente all’uso del tabacco.