CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità

Salta ai contenuti
CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità
 
Sei in: Home News Un Pedibus targato Ravenna - premiazione

Un Pedibus targato Ravenna - premiazione

Un-Pedibus-targato-Ravenna-premiazione

Premiazione dei piccoli passeggeri

Il Pedibus targato Ravenna e i suoi 150 passeggeri hanno festeggiato la fine dell'anno scolastico.

Le ultime giornate dell’anno scolastico sono state caratterizzate da piccole cerimonie e consegne di medaglie agli oltre 150 piccoli passeggeri, delle scuole primarie Torre, Randi e Mordani e dell’istituto Tavelli.

L’iniziativa, che è nata per promuovere la mobilità pedonale nei tragitti casa-scuola per ridurre il traffico negli orari di ingresso scolastico e diminuire la pericolosità e l’inquinamento nelle aree intorno alle scuole, continua a rinnovarsi di anno in anno per educare i bambini e sensibilizzare le famiglie verso stili di vita più sostenibili.
Parole di soddisfazione e ringraziamento a coordinatori e partecipanti sono state espresse dall’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini, che ha rilevato “il valore sociale e ambientale di un’iniziativa che è istruttiva e utile per l’apprendimento di buone pratiche e consuetudini ma anche divertente”.
Infatti, grazie al Pedibus, un “autobus umano” formato da bambini “passeggeri” e da due adulti, “autista” e “controllore”, che percorre a piedi ogni giorno e con qualsiasi situazione meteorologica i percorsi da una fermata di partenza alla scuola di riferimento, diviene possibile anche riappropriarsi della città e del quartiere in particolare divenendone una presenza gioiosa e stimolante.

Per il Pedibus della scuola Torre sono state compilate, a cura dei genitori volontari, le tabelle di marcia e conteggiati i valori di anidride carbonica risparmiata: per un totale di 10.995 viaggi e 4068 kilometri percorsi sono stati stimati 342 chili di anidride carbonica risparmiata.
Un risparmio che fa bene all'aria che respiriamo e alla salute dei piccoli studenti grazie ai chilometri percorsi.