CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità

Salta ai contenuti
CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità
 
Sei in: Home NEWS Servizio Fitosanitario della Regione Emilia Romagna Scolitide dell’alloro

Scolitide dell’alloro

Xylosandrus compactus

Si chiama Xylosandrus compactus (conosciuto anche come scolitide dell’alloro) ed è un piccolo insetto ritrovato nei mesi scorsi in alcune aree della zona costiera in provincia di Ravenna.
Si tratta di un “organismo alieno”, cioè di nuova introduzione nei nostri ambienti.

In Emilia-Romagna l’insetto ha finora colpito prevalentemente l’alloro e in misura minore tiglio, leccio e pittosporo.

Al momento non si può assolutamente parlare di diffusione incontrollata, tuttavia è proprio in queste fasi iniziali che operatori e tecnici del settore e la stessa cittadinanza devono porre la massima attenzione per limitare lo sviluppo delle infestazioni.

Gli attacchi si manifestano con la presenza di giovani rametti disseccati. In base alle conoscenze oggi disponibili non esistono trattamenti chimici efficaci e comunque non sono disponibili prodotti fitosanitari autorizzati contro questo fitofago. Di conseguenza la soluzione più opportuna per contrastare la diffusione è quella di tagliare i rametti colpiti a una distanza di almeno 5 centimetri dal foro con cui lo scolitide entra nel ramo. Successivamente le parti tagliate dovranno essere chiuse in un sacchetto per non diffondere l’infestazione e quindi distrutte, meglio se con il fuoco.

L’esperienza nella lotta agli organismi alieni, tra cui lo Xylosandrus compactus, insegna che la collaborazione tra operatori del settore e cittadini è fondamentale, in quanto un attento controllo delle piante sensibili permette di monitorare l’evoluzione della malattia sul territorio, riducendo notevolmente il rischio di danni.

> Una scheda informativa sullo scolitide dell’alloro è disponibile e scaricabile dal sito del Servizio Fitosanitario della Regione Emilia-Romagna: http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/fitosanitario/doc/avversita/avversita-per-nome/avversita-per-nome