CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità

Salta ai contenuti
CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità
 
Sei in: Home NEWS Le tue scarpe al Centro

Le tue scarpe al Centro

Le-tue-scarpe-al-Centro

La premiazione per i risultati del progetto che ha unito economia circolare e solidarietà

Si è conclusa nel ravennate la raccolta delle vecchie scarpe da ginnastica per ricavare, dalla suola, la gomma necessaria a creare il pavimento di un parco giochi nelle zone terremotate

Le nostre care, vecchie scarpe sportive hanno fatto diventare i cittadini del ravennate protagonisti di un riciclo virtuoso, grazie al progetto “Le tue scarpe al centro”.

L’iniziativa, promossa dalla Regione Emilia-Romagna, dai Centri di Educazione alla Sostenibilità e da Arpae, sviluppata in collaborazione con 7 gestori regionali dei servizi ambientali, tra i quali il Gruppo Hera, si è conclusa nei giorni scorsi triplicando l'obiettivo iniziale di raccogliere 10.000 scarpe da ginnastica o infradito in gomma usurate. Sono state infatti raccolte 32.000 scarpe.

I risultati del progetto sono stati raggiunti anche grazie all’importante collaborazione di tutti i soggetti come le scuole e le associazioni sportive e ambientaliste di Ravenna e della Bassa Romagna* che questa mattina le Amministrazioni Comunali coinvolte hanno voluto ringraziare pubblicamente con la consegna di un attestato.

Un appuntamento importante con il quale gli Amministratori del ravennate e il Gruppo Hera hanno aperto la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti

I risultati sono stati illustrati sabato 17 novembre in conferenza stampa nel Salone Estense della Rocca di Lugo.

All’incontro hanno partecipato la sindaca di Conselice e referente per le Politiche ambientali dell’Unione della Bassa Romagna Paola Pula, il sindaco di Lugo Davide Ranalli e l’assessore allo Sport del Comune di Lugo Pasquale Montalti, l’assessore allo Sport e Politiche giovanili del Comune di Bagnacavallo Enrico Sama, il consigliere comunale di Bagnara di Romagna Alex La Posta, il sindaco di Fusignano Nicola Pasi e l’assessore all’Ambiente del Comune di Fusignano Andrea Minguzzi, il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani, l’assessore all’Ambiente del Comune di Ravenna Gianandrea Baroncini, il responsabile Area Educazione alla sostenibilità di Arpae Paolo Tamburini, il responsabile Hera Servizi Ambientali della Bassa Romagna Marco Guarnieri, il campione italiano di mezza maratona paralimpica categoria T11 Loris Cappanna, i Ceas di Ravenna e della Bassa Romagna e i rappresentanti delle associazioni, imprese e scuole che hanno partecipato e sostenuto la campagna.

Il progetto, attivo da aprile a giugno, ha previsto la raccolta di scarpe da ginnastica e infradito usurate, dalle quali sarà recuperata la gomma della suola, che una volta trattata diventerà un morbido granulato, adatto a creare la pavimentazione anti trauma per i parchi gioco. La pavimentazione sarà donata ai bambini di Amandola, comune marchigiano colpito dal sisma del 2016.

“Le tue scarpe al centro” ha, quindi, consentito ai cittadini di compiere un bel gesto di solidarietà, oltre ad avvicinarli ai valori dell’economia circolare, che vede nei rifiuti una risorsa e punta ad un nuovo modello economico non più basato sullo sfruttamento delle risorse naturali ma appunto “circolare”, in cui le materie sono costantemente riutilizzate. Durante il periodo di svolgimento, le scarpe sono state consegnate nei 90 punti di raccolta allestiti presso le stazioni ecologiche del ravennate e del lughese e presso le palestre e le scuole aderenti. I volontari delle associazioni e il personale scolastico hanno provveduto alla gestione dei contenitori posizionati nelle strutture del territorio dagli operatori di Hera.

In particolare, i Comuni del ravennate coinvolti nel progetto hanno registrato ben 2.040 chilogrammi di scarpe raccolte, mentre sono stati 4.460 i chilogrammi di scarpe raccolti nei Comuni della Regione serviti da Hera che hanno partecipato all’iniziativa e che hanno segnato la quantità maggiore raccolta a livello regionale.

> Fotogallery della premiazione