CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità

Salta ai contenuti
CEAS Ravenna - multiCentro per l'Educazione Alla Sostenibilità
 

Anno scolastico 2013-2014

Il progetto, è stato promosso anche in questo anno scolastico dal Multicentro Ceas Ravenna Agenda 21 del Comune di Ravenna e sviluppato nel corso degli ultimi due anni scolastici soprattutto dalla scuola secondaria di primo grado Mario Montanari.

Al progetto di quest'anno scolastico sono collegate alcune attività sul tema portate avanti dalle scuole primarie Cavina e Pasini dell'Istituto Comprensivo Darsena e da alcune classi del Liceo Classico "D. Alighieri" di Ravenna, che da tempo lavorano con approcci diversificati sul tema dei rifiuti e che hanno fatto propria l'attenzione sul littering.

Gli studenti delle scuole coinvolte nel progetto hanno lavorato in maniera seria e professionale sia dal punto di vista degli approfondimenti che dell'indagine ed usato immagini e tecniche giornalistiche per diffondere in maniera puntuale e documentata il messaggio e le motivazioni del "No littering", parola di origine anglosassone che indica l'incivile abitudine di gettare piccoli rifiuti laddove capita, senza curarsi dell'ambiente.

Il progetto, coordinato dall'associazione "Il teatro va a scuola", si è sviluppato in questi due anni attraverso un ricchissimo e articolato percorso formativo: grazie all'impegno del corpo insegnante, i ragazzi delle scuole coinvolte hanno affrontato il problema del littering sia all'interno dei loro istituti sia all'esterno, guardando la propria città evidenziandone abitudini e comportamenti. Hanno osservato, preso informazioni, raccolto ed elaborato dati, hanno assunto decisioni organizzative all'interno della scuola, affrontato il tema con la creatività della parola e del teatro ed infine hanno documentato i loro approfondimenti e impegni che, per quanto riguarda la scuola Montanari, sono confluiti l'anno scorso in un giornalino, il "Green Magazine", e quest'anno in un "Dossier littering", realizzando un vero e proprio reportage con l'aiuto di un giornalista esperto e di un grafico, Gian Stefano Caravita Gulmanelli, che ha tradotto su carta il lavoro compiuto dai ragazzi.
il progetto è stato illustrato nel suo percorso e nei suoi risultati mercoledì 28 maggio nel Teatro della Scuola secondaria di primo grado M. Montanari.

> Scarica: